Crea sito

Linspire
Linspire (conosciuta in precedenza come Lindows o LindowsOS) era una distribuzione commerciale del sistema operativo GNU/Linux orientata all'utilizzo desktop, anche da parte di principianti.
Linspire era sviluppata dalla omonima società statunitense, ed era basata su Debian. Puntava alla facilità di utilizzo sia in fase di installazione che in fase di utilizzo e assumeva un atteggiamento estremamente pragmatico, criticato da alcuni, con l'inclusione di elementi non Open Source all'interno del pacchetto, come per esempio il Flash Player, Real Player e il supporto ai file Windows Media. La presenza di questi elementi permetteva comunque di operare immediatamente, senza dover installare componenti esterni o effettuare ricompilazioni.
Utilizzava un sistema di aggiornamenti e di installazione del software chiamato "CNR" (Click And Run) che si appoggiava su una libreria di applicazioni a livello di server, senza comunque costringere l'utilizzatore avanzato ad operare solamente attraverso questa interfaccia.
Linspire era stata sponsor di molti importanti progetti Open Source, come Mozilla, Nvu, Kopete, KDE-look.org e altri, a cui contribuiva sia finanziariamente che con codice prodotto[senza fonte]. Sviluppava anche applicazioni Open Source sotto la licenza GPL, come Lsongs per la gestione della musica e Lphoto per la gestione delle immagini.
Erano allo sviluppo, con un innovativo sistema di collaborazione online chiamato IRMA, International Resource Management Application, molte versioni localizzate di Linspire per le diverse nazioni che includevano non solamente la traduzione dell'ambiente e della documentazione, ma anche elementi ulteriori come tutorial interattivi, controllo ortografico con HotWords, ecc.
Nell'Aprile 2006 Linspire annunciò Freespire [1], una distribuzione completamente open source supportato e sviluppato dalla comunità che contiene le stesse caratteristiche di facilità di utilizzo ed ampia compatibilità con in formati di file di Linspire.
Il 2 luglio 2008 la società Linspire è stata acquisita da Xandros, per cui Linspire e Freespire hanno cessato di esistere.
 

Linux & distro
Si distingue in varie distro aventi la caratteristica comune il Kernel linux
Il suo sviluppo è sostenuto dalla Fondazione Linus , un'associazione senza fini di lucro nata nel 2007 dalla fusione di Free standard e Open Source.
Come IBM,SUN,HP,RED HAT,CANONICAL hanno infatti sviluppato e rilasciato, e continuano a farlo, sistemi Linux. Grazie alla portabilità del kernel Linux sono stati sviluppati sistemi operativi Linux per un'ampia gamma di dispositivi, dai PC, ai Tablet  e server.
Sviluppato a partire dal 1991, che è stato utilizzato come base per la realizzazione di vari O.S.. In particolare molti progetti open source e software sviluppato dal progetto GNU, sistema basato sul Kernel Linux, il software alla base della maggior parte dei Server web di tutto il mondo, con l'evoluzione come KDE e GNOME, sono state sviluppate distro che offrono interfacce simili a quelle di Microsoft Windows o OS X, più vicine alle esigenze degli utenti meno esperti, rendendo il passaggio da un sistema all'altro più dolce.
Il kernel Linux vede la luce nell'agosto 1991 grazie allo  studente finlandese Linus Torvald , appassionato di programmazione, insoddisfatto del sistema operativo (sistema operativo unix-like destinato alla didattica), poiché supportava male la nuova architettura i386 a 32 bit, all'epoca tanto economica e popolare. Così Torvalds decise di creare un kernel UNIX con lo scopo di divertirsi e studiare il funzionamento del suo nuovo computer, che era appunto uno 386.
Successivamente, Linus decise di rendere il sistema indipendente, quindi, di sostituire quella parte del sistema operativo col software del progetto GNU. Per fare ciò, Torvalds doveva cambiare licenza e adottare la GPL, che tra l'altro considerava buona per il suo sistema operativo a prescindere dal software GNU stesso. E così la licenza cambiò in GPL.
Linux, all'inizio, era un emulatore di terminale, scritto in C, quando poi Linus ebbe bisogno di leggere e scrivere file su disco, questo emulatore fu esteso in modo che potesse gestire un file system.. La prima versione del kernel Linux, la 0.01, fu pubblicata in internet il 17 settembre 1991 e la seconda nell'ottobre dello stesso anno.
Nel 2013 Torvalds continua a dirigere lo sviluppo dei kernel, mentre le altre parti dei sistemi Linux sono sviluppate separatamente. Il compito di fornire un sistema integrato, che combini tutte le componenti di base con le interfacce grafiche (GNOME o KDE, basate a loro volta sulla presenza dell' x system windows) e con il software applicativo, è ora svolto dalle distro. Nel 1996 il  logo ufficiale di Linux un pinguino.
Linux è molto usato, soprattutto come server, in ambienti di produzione o in dispositivi come i telefoni ecc, e ha una discreta diffusione in ambiente desktop e netbook.
Nel luglio 2011, per festeggiare il 20º anniversario della nascita di Linux, Torvalds decise di rilasciare il kernel linux, passando ad un sistema di numerazione a 2 cifre, pubblicando la versione 3.0 del kernel. L'ultima release della serie 2.6 è stata la 2.6.39.
Il kernel Linux è stato rilasciato sotto la libera licenza GNU - GPL  ed è sviluppato da collaboratori di tutto il mondo..
Le distribuzioni
Non esiste un'unica versione di Linux ma esistono diverse distribuzioni (dette distro), solitamente create da comunità di sviluppatori, che scelgono, preparano e compilano i pacchetti da includere. Tutte le distribuzioni condividono il Kernel Linux (in versioni diverse e spesso personalizzate), mentre si differenziano tra loro per il cosiddetto "parco software", cioè i pacchetti preparati e selezionati dagli sviluppatori per la distro stessa, per il sistema di gesione del software e per i servizi di assistenza e manutenzione offerti.
Esistono distribuzioni eseguibili direttamente da CD senza che sia richiesta l'installazione sul proprio disco fisso, come KNOPPIX e derivate: sono chiamate distroi live o desktop CD. Per altre ancora si può effettuare l'installazione dalla pennetta USB.
• UBUNTU - Distribuzione derivata da Debian, è salita alla ribalta per la facilità d'installazione e d'utilizzo e per la disponibilità di frequenti aggiornamenti della versione stabile, esistono LUBUNTU – XUBUNTU – EDUBUNTU
Linux può essere installato nell hard-disk precedentemente partizionato, alternativamente può essere installato su Chiavetta USB o CD ed avviato opportunamente in fase di boot del computer. Tipicamente distribuzioni liveCD e liveCD una volta avviate per l'installazione permanente su disco fisso nelle modalità di cui sopra. I sistemi Linux necessitano anche di una partizione di swap per la memoria virtuale, tipicamente di dimensioni pari al doppio della Ram.
Le distribuzioni possono essere specializzate per differenti utilizzi: includono solamente software libero,.attualmente, oltre trecento distribuzioni sono sviluppate attivamente, con circa una dozzina di esse che sono più famose per l'utilizzo giornaliero.
Vantaggi e svantaggi; numerose distribuzioni sono completamente gratuite, per l'utente privato e per le aziende. esistono società RED HAT, Canonical, e altre) che, dietro compenso, forniscono supporto tecnico per le proprie distribuzioni.
A questo si aggiunge la possibilità di modificare il sistema migliorando in proprio il codice sorgente, fornito con la licenza GPL, e di distribuirlo gratuitamente e legalmente, sotto forma di nuove versioni.
 

Linux Mint
Linux Mint è una distribuzione GNU/Linux per personal computer, conosciuta per la sua facilità d'uso e per la facilità di installazione. Si basa su Ubuntu (a sua volta basata su Debian) e usa sia repository propri, sia quelli di Ubuntu.
Mentre il nucleo di Linux Mint è basato su Ubuntu, il design, alcune applicazioni ed in generale l'aspetto grafico sono sviluppate direttamente dal team di Linux Mint. Le differenze includono dei temi, codec multimediali, un menu personalizzato ispirato a quello di Windows al posto di quello standard di Gnome (usato su Ubuntu fino alla versione 10.10), una collezione di strumenti di sistema progettati per semplificare l'utilizzo del sistema agli utenti.
Installazione
L'installazione di Linux Mint solitamente si effettua con il Live CD. Il sistema operativo può essere eseguito direttamente dal CD (sebbene con una significativa perdita di prestazioni), permettendo così agli utenti di provare Linux Mint ed eventualmente scovare delle incompatibilità hardware o mancanza di driver prima di effettuare l'installazione. Il CD contiene anche l'installatore Ubiquity, il quale guida l'utente attraverso le singole fasi dell'installazione. Le immagini iso di tutte le versioni correnti e precedenti sono disponibili per il download sul sito ufficiale del progetto.[1] L'installazione da CD richiede un minimo di 512 MB di memoria RAM.
Gli utenti possono scaricare un'immagine del CD (.iso), la quale può essere scritta su un dispositivo fisico (CD o DVD), oppure opzionalmente eseguita direttamente da hard disk o penna USB (tramite UNetbootin o GRUB). La main edition di Linux Mint è disponibile sia per 32 che 64-bit.
Uno strumento di migrazione da Microsoft Windows, chiamato Migration Assistant (Assistente alla migrazione), introdotto nell' Aprile del 2007, può essere utilizzato per importare segnalibri, sfondi del desktop, e diverse impostazioni da una installazione esistente di Microsoft Windows.
Linux Mint può essere avviato ed eseguito da una chiavetta USB (sempre che il BIOS lo supporti), con la possibilità di salvare le impostazioni nella chiave. Ciò permette di ottenere un'installazione portatile che può essere eseguita su un qualunque PC che permetta l'avvio da un dispositivo USB. Nelle versioni più recenti di Linux Mint l'Ubuntu Live USB creator permette di installare Linux Mint su una pendrive (con o senza un Live CD).
Disponibile sin dalla versione 2.0 (Barbara), Gnome è l'attuale ambiente standard di Linux Mint (Main Edition).
La versioni light sono consigliate per la loro leggerezza e sono in grado di essere eseguite senza troppi problemi anche su macchine più datate. Gli ambienti desktop disponibili sono LXDE, Xfce e Fluxbox.
Versione Debian
Rilasciata il 7 settembre 2010, la versione basata su Debian è una cosiddetta Rolling distribution, cioè una distribuzione che riceve aggiornamenti continuamente e non necessita di essere reinstallata periodicamente come quelle basate su Ubuntu. Il 24 dicembre 2010 è uscita anche la versione per le macchine a 64 bit[.
Di seguito sono riportate tutte versioni della distribuzione Linux Mint ad oggi disponibili. Come nomi in codice, Linux Mint usa nomi femminili. Tra le seguenti, la distribuzione "Isadora" rappresenta la cosiddetta "Long term support release", che sarà supportata fino ad aprile 2013. "Maya" è invece una "Very long term support release" , supportata fino ad aprile 2017. Da notare che anche l'edizione Maya Xfce sarà supportata per cinque anni, benché la rispettiva distribuzione Xubuntu 12.04 sia supportata per tre anni.