Crea sito

Windows XP
Windows XP o Windows Experience, rilasciato il 25 ottobre 2001è un sistema operativo prodotto da Microsoft per personal computer, sviluppato per l'uso con i server. La sigla "XP" nel nome deriva da eXPerience. Finora è stato il sistema operativo Windows più longevo (5 anni) dopo l'arrivo, il 30 gennaio 2007, di Windows Vista. Basti dire che a fine 2012 (11 anni dal lancio), stando ai dati forniti da Net Applications, è ancora installato sul 40% dei computer di tutto il mondo.
Storia
Microsoft lanciò inizialmente due versioni molto simili: Home Edition (caratterizzata dalla scatola colore verde) e Professional (caratterizzata dalla scatola colore blu) utilizzabili su macchine x86. La prima versione era pensata per un uso domestico, mentre la seconda, più costosa ed indirizzata alle utenze aziendali, aveva alcune caratteristiche aggiuntive come il supporto per i sistemi a due processori ed il supporto delle reti basate su domini ed Active Directory.
Caratteristiche di Windows XP
Windows XP è un'evoluzione di Windows 2000. La novità più appariscente è la nuova interfaccia grafica, che ha uno stile più moderno. Al di là dell'aspetto grafico, è stato riprogettato il Menu di avvio (Start Menu) introdotto nel 1995 con Windows 95, che ora integra al suo interno le icone che fino ad allora erano presenti solo sul desktop. Questo cambiamento non è stato apprezzato da tutti, ma è disponibile un'opzione per continuare ad utilizzare il Menu di avvio delle versioni precedenti ed anche il vecchio tema grafico. Inoltre, sia la shell "esplora risorse" che la barra delle applicazioni hanno subito numerose piccole migliorie. Assieme a questo sistema operativo è stato lanciato un nuovo software, l'Utilità di masterizzazione API (IMAPI).
Il sistema comprende una serie di nuove funzionalità di sicurezza racchiuse (se installato il service pack 2, abbreviato SP2) in un'applicazione che è chiamata "centro sicurezza PC" che provvede ad indicare se sono presenti un firewall, un antivirus e se attivo il windows update. Prima dell'SP2 era presente solo un semplice firewall che però per impostazione predefinita non era neppure attivo, e che comunque disponeva di funzionalità del tutto insufficienti. Una versione migliorata è stata quindi resa disponibile con il secondo service pack, anche se molti preferiscono affidarsi ad altri firewall software o hardware.
Il nuovo menu Start di XP.
Rispetto ai precedenti Windows 98 e Windows ME, le finestre vantano un design più gradevole, infatti i bordi sono stati arrotondati e non più appuntiti. Per i nostalgici delle vecchie versioni di Windows, il secondo tema, chiamato "stile Windows classico", per l'appunto, riproduce l'interfaccia dei precedenti sistemi Windows.
Completamente rinnovato e modernizzato, anche il menu d'avvio a cui si può accedere tramite il pulsante "start". Rispetto alle vecchie versione, la novità più appariscente di questo menu, è la funzione di raggruppamento automatico dei programmi usati più spesso, che compaiono sempre all'apertura del menù.
Per sostituire i temi predefiniti, in rete è possibile trovare migliaia di temi e programmi per personalizzare al massimo la propria interfaccia. Attualmente, i temi più diffusi e cercati, sono quelli che imitano le finestre, le icone e la barra delle applicazioni di Windows Vista e Windows 7. A riguardo esiste il Vista Transformation Pack, un pacchetto software che rende la grafica di Windows XP uguale a quella del suo successore, imitando il tema "Aero". Analoga situazione per i temi che imitano lo stile del Mac OS X.
Ulteriori edizioni di Windows XP

Windows XP Starter Edition è una versione a basso costo di Windows XP disponibile in Asia e in Sud America. È simile a Windows XP Home Edition, ma alcune caratteristiche sono state rimosse o sono disabilitate per default.
Secondo il comunicato stampa di Microsoft, Windows XP Starter Edition è un'"introduzione a basso costo ai sistemi operativi Microsoft Windows XP progettata per utenti che si avvicinano per la prima volta ad un personal computer nei paesi in via di sviluppo." Viene vista come uno sforzo per combattere le copie non autorizzate di XP e per contrastare inoltre la diffusione del software open-source GNU/Linux che sta guadagnando una crescente popolarità in Asia ed in Sud America.
Caratteristiche e limitazioni
Per agevolare l'introduzione tra coloro che non sono particolarmente esperti con il personal computer, la Starter Edition include alcune caratteristiche aggiuntive non presenti nella Home Edition.
Sono inoltre presenti delle limitazioni (alcuni parlano di vere e proprie mutilazioni) introducendo artificialmente i seguenti limiti.
• Soltanto tre applicazioni possono essere eseguite contemporaneamente e solo tre istanze per applicazione.
• Risoluzione dello schermo limitata a 1024x768.
• Non è disponibile il supporto per l'utilizzo in rete locale, né Workgroup, né dominio.
• Disponibile solo per processori di fascia bassa.
• Limite di 40GB alle dimensioni del disco fisso - non è chiaro se si tratti di un limite totale, per partizione o per disco.
Altre limitazioni più giustificabili sono:
• minori opzioni per la personalizzazione dei temi, del desktop e della barra di stato;
• Help diverso e materiale per il tutorial differente dalle altre versioni;
• gestione delle partizioni: il software di installazione consente di ridimensionare partizioni dell'hard disk esistenti e di crearne di nuove, ma impedisce di indicare il formato della partizione (NTFS, FAT 16, FAT 32, Ext3 e area di swap principalmente), che è essenziale per l'utilizzo di tali spazi di memoria. Perciò, Windows XP è utile per la gestione di partizioni già esistenti, ma non consente un'installazione in modalità dual boot su un computer nel quale già risiede un sistema operativo di tipo Linux o una differente versione di Windows. Per il partizionamento e il dual boot di due o più sistemi operativi è necessario utilizzare software appositi oppure una distribuzione di Linux.

Windows Vista
Windows Vista (2006) (nome in codice Longhorn) è una versione dei sistemi operativi Microsoft della famiglia Windows, che si rivolge ad utenza domestica oppure business, in funzione della versione acquistata. È infatti il successore di Microsoft Windows XP. Come il predecessore, non è impiegabile in installazioni di tipo server, ma è previsto il suo impiego unicamente come postazione di lavoro (client). Esso è stato seguito nel 2009 da Windows 7.
Windows Vista ha richiesto comunque una gestazione di oltre cinque anni, dal debutto del suo predecessore Windows XP, rendendo quest'ultimo il prodotto più longevo della storia dei sistemi operativi Microsoft Windows.
Del resto Vista contiene molte nuove funzioni, paragonandolo al suo predecessore, e diverse migliorie. Fra le più celebrate, senza dubbio, la nuova GUI (graphical user interface) chiamata Windows Aero. Inoltre uno dei principali obiettivi di Microsoft era di produrre un sistema operativo che garantisse all'utilizzatore una maggiore sicurezza, oggetto di forti critiche mosse nei confronti di Windows XP, unitamente alla vulnerabilità rispetto a virus informatici, malware ed a problemi legati ad errori ricorrenti di Buffer overflow.
Proprio alla luce di tutto questo, verso la fine del 2002, Microsoft attraverso la voce di Bill Gates in persona annunciò una nuova strategia di sviluppo, tesa ad integrare soluzioni di sicurezza nella realizzazione di nuove funzionalità. È proprio questo uno dei motivi ufficiali del ritardo nello sviluppo di questa versione del sistema operativo. Tuttavia Windows Vista ha ricevuto numerose critiche negative legate alle elevate richieste di risorse hardware, decisamente maggiori di Windows XP, inoltre anche per il problema dello svariato numero di software e programmi non compatibili con il sistema operativo ed un consumo di elettricità superiore rispetto al suo predecessore, al punto da spingere numerosi utenti insoddisfatti a tornare al vecchio sistema operativo di Microsoft.
Caratteristiche principali
Windows Vista è un sistema operativo della famiglia Windows NT, con architettura a kernel ibrido. È stato rilasciato in versioni a 32 bit per processori Intel e compatibili e a 64 bit per processori Intel (EM64T) e AMD (x64).
Vista ha un'interfaccia utente task-based (centrata sull'attività da compiere). È presente una versione di esplora risorse (ora chiamato Windows Explorer) molto diversa da quella precedente, probabilmente la maggiore evoluzione dai tempi di Windows 95.
Un'altra caratteristica è l'evoluzione del sottosistema grafico, scritta in codice nativo, che sfrutta le unità di calcolo 3D delle moderne schede grafiche, dando luogo nei sistemi più potenti ad effetti grafici accattivanti.
Altre nuove funzionalità e migliorie
Vista introduce diverse nuove funzioni e parecchie migliorie, rispetto ai precedenti sistemi operativi della Microsoft. Tuttavia molte migliorie riguardano pacchetti applicativi secondari, di corredo, già presenti nei suoi predecessori. Riassumiamo quindi solo le informazioni rilevanti, sul piano funzionale e tecnologico; per un elenco completo si rimanda al sito della casa produttrice.